utenti online

Abbiamo 27 visitatori e nessun utente online

in chat
il dono 1
gruppo AMA post aborto 0
gruppo AMA mammesingle 0
aiutaci!

sostieni il progetto de IL DONO con una donazione!

offerta:   EUR

Sabato, 23 Giugno 2012 13:47

Salve, ho 34 anni ed ho da poco partorito il mio terzo figlio, inatteso come pure il secondo. Chiarissimo fallimento dei metodi anticoncezionali che ho usato (spirale e diaframma per motivi di salute non posso assumere la pillola anticoncezionale). Ci sono stati periodi in cui lo stress di poter rimanere incinta mi ha portata a richiedere a mio marito di utilizzare il preservativo nonostante io usassi già altri metodi..evidentemente però questa situazione non può durare. Ora mi chiedo: ma se imparassi a usare i metodi naturali, poichè non voglio restare incinta di nuovo, come posso garantirmi? L'alternativa sarebbe interrompere successive gravidanze ma non rientra proprio nelle mie idee una cosa simile! Soltanto vorrei avere una soluzione al mio problema, poter vivere una vita di coppia normale senza angoscia e mettere un definitivo ALT. Insomma ho già dat! o. Ma coi metodi naturali sarò sicura?

Sabato, 10 Marzo 2012 21:04

Salve. Prima che mi arrivi il ciclo ho solitamente perdite biancastre. Mi hanno spiegato che appunto sono premonitrici del fatto che sta per arrivare il ciclo. Quando sono rimasta incinta però mi sembrava di avere lo stesso tipo di perdite.. è dunque possibile distinguere? c'è una avvisaglia di gravidanza in atto già nel muco? Grazie

 

Martedì, 18 Marzo 2014 02:41

Ho 31 anni e sono alla 18 settimana di gravidanza. Ieri con l'ecografia il mio ginecologo mi ha detto che ho la placenta bassa. Precisamente ha scritto anteriore bassa. Leggendo qua e la, ho visto che si può rialzare, ma se ciò non fosse si dovrebbe ricorrere al cesareo. Sono terrorizzata, per ora mi ha detto solo di non fare sforzi. Mi aiuti la prego sono davvero in ansia, anche se lui mi ha detto che è normale. La ringrazio mi faccia sapere al più presto.

Mercoledì, 20 Novembre 2013 17:16
HO UN  GRANDISSIMO DUBBIO,SONO INCINTA PERO' HO UN PICCOLO DUBBIO SU CHI SIA IL PADRE . LA DATA DELLE ULTIME MESTRUAZIONE E' IL 29/10/2013 , NEI TRE GIORNI SUCCESSIVI HO AVUTO TRE RAPPORTI NON PROTETTI COMPLETI CON IL MIO RAGAZZO ED HO ESEGUITO UN TEST DI GRAVIDANZA IL 25/10 PRIMA DELL'ARRIVO DEL MESTRUO . IL 27/10 HO AVUTO UN RAPPORTO COMPLETO SENZA EIACULAZIONE  CON UN'ALTRA  PERSONA , ILGIORNO SEGUENTE HO EFFETTUATO UN TEST DI GRAVIDANZA CHE E? RISULTATO POSITIVO . C'E' IL RISCHIO CHE BAMBINO SIA STATO CONCEPITO IL 27/10 ?
Salve non c'è rischio che il bambino sia stato concepito il 27/10 perchè  se ciò fosse un  test eseguito il giorno successivo ad un rapporto , anche fecondante , non risulterebbe positivo perchè troppo precoce ( si deve dare il tempo perchè le strutture  amnio -coriali  inzino a produrre gli ormoni che daranno la positività del test e questo non avviene nel giro di 12/24 ore ! ) Viva serena mente questo meraviglioso periodo dell'attesa ,Auguri
Martedì, 26 Febbraio 2013 22:07

 

Salve sono una ragazza di 20 annii. Sono tre mesi ormai che soffro di Amenorrea. Ho avuto un drastico caslo di peso negli anni precedenti e per regolarizzare il ciclo che era sparito il mio ginecologo mi ha prescritto la pillola anticoncezionale. A tutto ciò si aggiunge la diagnosi di ovaio micropolicistico. Detto questo aggiungo che quando sono ritornata ad avere un peso adeguato (49,4 kg per 1,63 cm di altezza) la mia nutrizionista mi ha detto di interrompere la pillola e così ho fatto. Dopo il primo mese niente ciclo. Dopo circa 5 giorni di ritardo ho avuto il mio primo rapporto sessuale (non protetto, solo coito interrotto). Passati 16 giorni da quest'ultimo nel dubbio ho effettuato un test di gravidanza con esisto negativo. E' passato un altro mese e mezzo ma nulla, niente ciclo e siccome provavo dei lievi dolori addominali ho pensato fosse il caso di ripetere il test a! 10 settimane dal rapporto, ma anche questo è risultato negativo. Adesso non so che fare, non riesco a spiegarmi a cosa sia dovuta l'amenorrea. Qualche consiglio? Aggiungo inoltre che tranne quei dolorini addominali durati due-tre giorni non ho avuto in questi tre mesi di amenorrea nessun sintomo che mi facesse pensare all'arrivo delle mestruazioni o a una gravidanza, tranne qualche volta il senso di gonfiore in concomitanza dei giorni in cui mi aspettavo il ciclo.
 
IL forte calo ponderale  speso comporta la comparsa di  amenorrea ne  è  una  logica conseguenza ma ciò non deve essere motivo di preoccupazione, si deve però avvisare la signora/ina di tutto ciò. Al raggiungimento del peso  non sempre c'è un immediato ritorno del ciclo mestruale bisogna attendere con pazienza e tranquillità facendo attenzione ad eventuali gravidanze ( amenorrea non è sinonimo di anovularietà anche se - a dire il vero -  in caso di amenorrea è rarissimo che la donna ovuli.) Giusto è fare controlli ecografici ed ormonali ma la terapia è solo l'attesa serena piano piano il ciclo ritornerà alla normalità.
Martedì, 03 Maggio 2011 17:49

Ho scoperto da due mesi di essere incinta e sono stanchissima, riesco appena a tenere la testa diritta, mi viene da dormire ovunque, mi sento crollare..e sul lavoro è difficilissimo, dormirei con la testa poggiata sulla tastiera..ma non posso ancora dire ai miei colleghi che sono incinta! Come posso fare? e peggio ancora..quanto dura? Grazie

Questa forte sonnolenza è infatti tipica dei primi tre mesi di gravidanza, il responsabile del sonno è un ormone prodotto all'inizio della gravidanza, si chiama progesterone. CApisco che questo sonno renda molto difficile svolgere la propria attività lavorativa ma in realtà la natura avrebbe pensato a questo forte sonno come strategia di difesa nei confronti del concepito. Il sonno è fastidioso ma ti dice che il tuo bimbo c'è, che la tua gravidanza procede.

Unico consiglio: se non puoi dormire, fai piccoli e frequenti pasti per non sommare la già esistente sonnolenza a quella derivante dalla digestione.

Giovedì, 14 Aprile 2011 15:49

Mi hanno detto che la caffeina è molto dannosa per il bambino...è vero? Posso prendere il caffè in gravidanza?

La caffeina non è molto dannosa per il bambino, semplicemente, la caffeina in elevate quantità provoca tachicardia e rialzo pressorio. Se assunta con moderazione non da alcun problema.
La risposta è quindi: puoi bere il caffè, possiamo dire due caffè al giorno. Tieni però presente che la caffeina è contenuta anche nel the e in altre bibite come la coca cola quindi regolati in base anche all'eventuale consume di queste altre bevande.

In una gravidanza fisiologica vale la regola generale che qualunque alimento può essere assunto se assunto con moderazione!

Lunedì, 15 Novembre 2010 20:08

Gentile ostetrica vorrei un suo parere professionale sul parto in acqua.