utenti online

Abbiamo 316 visitatori e nessun utente online

in chat
il dono 0
gruppo AMA post aborto 0
gruppo AMA mammesingle 0
aiutaci!

sostieni il progetto de IL DONO con una donazione!

offerta:   EUR

sei incinta e non sai cosa fare?

Se sei incinta e questa è per te una gravidanza indesiderata contattaci : possiamo trovare insieme la soluzione migliore per te. Se qualcuno o qualcosa (genitori, compagno, situazione economica..) ti sta imponendo di scegliere l' aborto , cerchiamo insieme di trovare una soluzione.

 

I nostri volontari sapranno offrire una risposta concreta alle tue necessità. Non supponiamo di poter risolvere tutti i tuoi problemi ma permettici di tenderti una mano forse, insieme, potremo trovare un'altra soluzione.

Noi dell'associazione IL DONO siamo qui per ascoltarti, comprenderti ed esserti vicini. Abbiamo una certezza: che l' aborto non ti riporterà   a come stavi prima del test positivo, e questo possiamo dirtelo per la nostra esperienza personale: qui troverai numerose testimonianze dei donne che hanno abortito. leggi , informati e cerca di capire cosa succede dopo l'aborto, cerca di prefigurare come staresti..anche se ora ti sembra soltanto di risolvere i problemi contingenti.  Sappiamo infatti qualcosa che nessuno quando seguirai le pratiche per abortire ti dirà  mai sull'aborto: sappiamo come sarà il post aborto.

Per questo ti consigliamo di parlare con noi prima di prendere una decisione: contattaci nel forum, nella chat, o - se preferisci - cerca sulla lista dei numeri sos-mamma quello più vicino a te, e chiama con fiducia : troverai persone disponibili, con cui parlare e da cui avere appoggio umano psicologico e se necessario, anche economico sia durante la gravidanza che dopo la nascita del bambino. I problemi si possono affrontare e spesso si può trovare soluzioni alle situazioni più complesse: ricorda che non sei la prima a viverle, anche se ora ti senti l'unica sulla faccia della terra!!

 

Ecco in più alcune info generiche..:

Se aspetti un bambino devi sapere che in Italia tutte le donne, italiane e straniere, hanno diritto ai controlli sanitari che sono gratuiti in corrispondenza di determinati periodi della gravidanza, come da D.M. del 10/9/98.

Se hai un figlio hai diritto a visite specialistiche, analisi di laboratorio ed altri accertamenti, gratuitamente fino all'età di sei anni.
Se sei disoccupata, casalinga e se non hai indennità di maternità a carico dell'INPS o di un'altro ente previdenziale - sia che tu sia italiana o straniera con carta di soggiorno - puoi avere un'indennità di maternità di 258 euro al mese per cinque mesi, entro i sei mesi di vita del bambino.

Rivolgiti all'ufficio URP della tua circoscrizione o ai CAF di zona. Se sei sola, in gravi condizioni economiche ed aspetti un bambino - sia che tu sia italiana o straniera con permesso di soggiorno - puoi chiedere ai servizi sociali del comune o della circoscrizione di appartenenza:

  • Aiuto nella ricerca di una sistemazione in casa famiglia per il periodo di gravidanza e per la fase successiva alla nascita del figlio (puoi chiedere informazioni anche al Centro di collegamento strutture di accoglienza gestanti e mamme con bambino. A Roma il telefono è 06/663172).
  • Un sussidio economico per il periodo successivo alla nascita di tuo figlio. Se sei sposata, in gravi condizioni economiche ed aspetti un bambino puoi chiedere ai Servizi sociali del Municipio un contributo economico per il nucleo familiare. Se sei straniera e non in regola, puoi chiedere il permesso di soggiorno per motivi di salute, per il periodo della gravidanza e per sei mesi successivi alla nascita del bambino. Rivolgiti all'Ufficio Immigrazione in Via Teofilo Patini 1, angolo Via Salviati (Tor Cevara), portando:
  1. il certificato medico che attesti il mese di gravidanza e della data presunta del parto;
  2. 4 fotografie;
  3. il passaporto e una sua fotocopia;
  4. una marca da bollo da 10,33 euro Per il periodo sopra indicato avrai anche la possibilità di iscriverti al Servizio Sanitario Nazionale.

Se hai difficoltà a tenere il bambino con te, la legge italiana ti consente di non riconoscerlo e di lasciarlo in ospedale.

La rinuncia al bambino puoi farla sia al momento del ricovero che al momento del parto.
Sappi che puoi ricoverarti in anonimato, non dichiarando il tuo nome.
Il bambino lasciato in ospedale trova normalmente una famiglia che lo adotta e se ne prende cura, in tempi molto brevi.

Noi de IL DONO riteniamo però che una donna adeguatamente supportata possa essere messa nelle condizioni di tenere con sè il suo bambino, superare le difficoltà contingenti e costruire un adeguato stato di autosufficienza, senza dover ricorrere al parto anonimo. Per questo contattaci, possiamo aiutarti

Ricorda inoltre che: in caso di parto prematuro e/o situazioni particolari, puoi usufruire di un servizio gratuito di assistenza e sostegno domiciliare durante il primo anno di vita del bambino (il servizio è promosso dal Comune di Roma). Per informazioni rivolgiti al Servizio Sociale dell'ospedale o del consultorio familiare di appartenenza.

per tutte le informazioni e il sostegno di cui hai bisogno chiama i numeri sos-mamma.